Ott 16, 2015 - Due chiacchiere    No Comments

L’ultima volta!

Questa mattina dopo essermi svegliato mi è capitato di guardare un video su Youtube di un autore che spesso mi ha fatto soffermare a pensare su alcuni aspetti della vita, quello di questa mattina era sull’inconsapevolezza, intesa come la mancata conoscenza degli uomini sul proprio futuro. L’inconsapevolezza a volte ci fa sentire vivi e che ci fa vivere al meglio le nostre giornate perché non sappiamo domani cosa ci succederà, non abbiamo le capacità per sapere se domani sarà una bella giornata oppure una brutta giornata da dimenticare. Come non sappiamo se quel momento che stiamo vivendo in questo istante ci ricapiterà mai più nella nostra vita. Quell’amico con cui parliamo oggi e a cui abbiamo dato un saluto, oppure non l’abbiamo salutato affatto perché presi dalle nostre cose, può essere che non lo rivedremo mai più, ma non per forza per una sua prematura scomparsa, non bisogna essere così negativi, ma anche per un semplice fraintendimento di quel mancato saluto o di una sua improvvisa partenza. Certo non è detto che non lo rivedremo mai più, nel caso tornasse saremmo comunque in grado di rivivere dei momenti felici con lui, ma sicuramente del tempo da spendere ne avremmo perso, forse anche in degli istanti importanti della nostra vita. Quell’ultimo saluto, noi siamo all’oscuro che quella sia l’ultima volta, l’ultimo abbraccio alla propria mamma prima di partire per costruire la propria vita, l’ultimo bacio alla propria amata prima di salutarla per lasciarla prendere il treno. Questi sono tutti momenti che non sapremo mai, fino all’ultimo della nostra vita se sia veramente l’ultima volta che abbiamo fatto quel gesto nei confronti di quella persona, ed è per questo che forse come dicevano tanti prima di me bisogna vivere quell’attimo fino in fondo e coglierne i sentimenti e le sensazioni senza lasciarsi sfuggire nessuna sfumatura di quel momento per assaporare al meglio quell’ultima volta.

 

L’ultima volta!ultima modifica: 2015-10-16T14:00:52+02:00da primalit
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento